WEB MARKETING

Vine: 6 secondi per emozionare

Vine: 6 secondi per emozionare
Martedì, 19 Febbraio 2013

Di Vine se ne parla da circa un mese. È un’applicazione per iOS che permette di creare brevissimi filmati, lunghi appena 6 secondi, che girano in loop; registrare è molto semplice, basta tenere premuto lo schermo del telefono, per poi togliere il dito quando si vuole tagliare la scena. L’applicazione ha la paternità di Twitter e i video si possono raggruppare e condividere, oltre che sulla piattaforma dei cinguettii, anche su Facebook e su Vine stesso.

Si tratta della prima applicazione espressamente made in Twitter che permette di creare contenuti non testuali; Vine è una sorta di Instagram per video. Anche il formato quadrato ci ricorda l’app per la manipolazione delle fotografie; Vine, a differenza di altri programmi per i video, come il più vecchio Viddy, può contare su una enorme mole di utenti già iscritti, proprio perché passa attraverso Twitter. 

Dopo essersi lasciata scappare l’opportunità di comprare Instagram, acquistato invece da Facebook, Twitter ha cercato di rincorrere il treno già passato, lanciando Photos, che permette agli utenti di scattare immagini e caricarle attraverso il social network; sono stati aggiunti anche i filtri Aviary, per creare gli effetti. L’applicazione non ha avuto un gran successo, così Twitter ha deciso di lasciare perdere le fotografie e lanciarsi invece sui video. Una nuova forma di video, lontana da quelli presenti su Youtube o Flickr: una nuova forma di media, quella di Vine, quasi una GIF animata. 

Ogni nuova forma di contenuto generata dagli utenti è molto preziosa per la comunicazione aziendale, che si impossessa in fretta dei nuovi linguaggi per sfruttarli a suo favore. In questo caso, Vine dà la possibilità di uscire dalla ristrettezza dei 140 caratteri di Twitter, arricchendo il messaggio con immagini in movimento. Ci si rivolge ad pubblico coinvolto, attento, che crea attivamente contenuti e non subisce passivamente quelli di altri.

Sono numerosi i brand che comunicano tramite Vine, creando piccoli video dal loro profilo Twitter. Un esempio è Asos, un grande e-commerce di capi d’abbigliamento, che mostra la gioia di una cliente all'arrivo del suo pacco.

Ancora, Dove, uno dei primi a postare contenuti su Vine, con una saponetta che fa strike su un gruppo di flaconi di bagnoschiuma.

In entrambi i casi quello che notiamo è la giocosità dei due microvideo: si fa vedere il prodotto, sì, ma con creatività.

In altri casi i brand, soprattutto quelli di moda, decidono di mostrare il loro “backstage”in febbrile attività poco prima di un evento significativo. Questo è sempre Asos, durante un servizio fotografico: 

Vine dà la possibilità di mostrare non solo il marchio o i prodotti, ma le persone che fanno l’azienda, le loro emozioni, riuscendo a far immedesimare il pubblico.

Come sempre, l’importante è emozionare.

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.