TECNOLOGIA

The Barman: usare lo smartphone per preparare cocktail

The Barman: usare lo smartphone per preparare cocktail
Giovedì, 02 Maggio 2013
Quando un amico elenca le potenzialità del suo smartphone nuovo di pacca una delle battute più gettonate per canzonarlo è: ma il caffè lo sa fare? Ecco, da oggi potrebbe essere una battuta boomerang, perché il tronfio possessore potrebbe rispondervi: il caffè ancora no, ma un Long Island Iced Tea sì, eccome.

Come? Con The Barman, un dispositivo per preparare i cocktail a regola d'arte, con lo smartphone. Si tratta di una sorta di bilancia su cui si appoggia il bicchiere vuoto; selezionando, dallo smartphone, il tipo di drink e la misura desiderata, The Barman guida, passo dopo passo, nella preparazione, indicando il tipo di liquido da versare nel giusto ordine.





Per evitare di versare più liquido del necessario, la luce blu che illumina il bicchiere vira al  rosso quando si arriva alla quantità ideale.



Grazie a questo dispositivo, che è stato lanciato per la raccolta fondi su Kickstarter il 22 aprile, preparare i cocktail non sarà più qualcosa di macchinoso, dal risultato incerto, difficile, tra bilance di precisione, libri di ricette e bottiglie, ma un piacere. Almeno così spera John Gallagher, l'inventore newyorkese che ha chiesto 50mila dollari per iniziare la produzione.

Macchine per miscelare i cocktail, più o meno artigianali, erano già state costruite in passato, ma erano dispendiose, grandi, scomode da pulire, munite di tubi e pompe. In più non potevano aggiungere ingredienti solidi (sale, zucchero, frutta...) e avevano difficoltà con le bevande gassate.
Gallagher voleva produrre qualcosa che rendesse facile, precisa e divertente la creazione di ottimi cocktail: i primi prototipi che aveva creato, però, potevano contenere solo poche ricette. Con l'evoluzione degli smartphone e la loro diffusione capillare finalmente The Barman è diventata ciò che il suo inventore aveva immaginato.



Grazie al bluetooth inserito in The Barman è possibile accedere, tramite l'app collegata e installata sullo smartphone, a centinaia di ricette, ma è possibile anche aggiungerne di nuove. Addirittura, grazie ad un algoritmo, si possono inserire gli ingredienti di un possibile cocktail e The Barman ci consiglierà sulle giuste proporzioni per creare un insieme piacevole, grazie alla funzionalità "Drink learn".

Avete scoperto un mix delizioso e sentite la necessità di urlarlo al mondo intero? Ovviamente è possibile condividere le ricette su Facebook e su Twitter, o inviare il drink appena creato nella categoria "User-submitted drinks", dove riceverà voti da altri utenti.

Prezzo? Al momento contenuto: con 29 dollari di finanziamento era possibile aggiudicarsi un dispositivo. Non sarà un'invenzione che cambierà il mondo, ma è l'ennesima dimostrazione che la semplicità è spesso l'ingrediente segreto delle invenzioni più fortunate.




0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (2)

  • mirko

    02 Maggio 2013 at 17:45 |
    articolo carino, sarebbe gradito un piccolo video dimostrativo !!!
    • Chiara

      03 Maggio 2013 at 07:36 |
      Inserito! ;)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.