TECNOLOGIA

Rischio di boicottaggio per il nuovo Android 4.4, detto KitKat?

Rischio di boicottaggio per il nuovo Android 4.4, detto KitKat?
Martedì, 12 Novembre 2013
Android 4.4 è l’ultima versione del sistema operativo mobile sviluppato da Google, che per l'occasione ha stretto una partnership con Nestlé: una delle conseguenze della decisione è che il nome in codice di quest’ultima release sarà KitKat, con tanto di iconcina a tema snack cioccolatoso. La notizia della collaborazione è giunta a settembre, quando tutti, anche a Montain View, si aspettavano invece Key Lime Pie.

Si tratta di una piccola rivoluzione nell’ambito del marketing: legare un software ad un prodotto alimentare è un’azione senza precedenti. L’idea è stata di John Lagerling, direttore della divisione Global Partnership di Android, più o meno un anno fa, e in pochissimo tempo si è giunti all’accordo definitivo tra le parti, siglato, sembra, al Mobile World Congress di Barcellona.

I termini dell’accordo tra Google e Nestlè? Nessuno scambio di denaro, ma vantaggi in termini di visibilità per entrambi i colossi. L’azienda svizzera potrà vedere il nome del suo prodotto assegnato anche al sistema operativo distribuito in tutto il mondo, mentre bigG avrà 50 milioni di barrette di cioccolato commercializzate in 19 Paesi, personalizzate con la mascotte del software. Collegato allo snack c'è anche un concorso che permette di vincere uno dei mille tablet Nexus messi a disposizione.



La pagina Facebook che unisce Android a Nestlè è stata creata da una manciata di settimane eppure conta già 19 milioni di like. Anche dalla pagina fb dedicata esclusivamente alla barretta di cioccolato già da un mese trapelano notizie relative alla partnership.

Un’iniziativa del genere non è esente da rischi, perché entrambi i marchi hanno alle spalle una loro storia, fatta di luci e ombre. Nestlè è una delle multinazionali più contestate del pianeta per via di numerosi scandali alimentari (l’ultimo in ordine di tempo è quello legato alla carne di cavallo trovata nella pasta ripiena Buitoni, ma c’era anche il latte alla melammina che aveva provocato intossicazioni ai bambini cinesi) ed è probabilmente proprio Google che rischia di più, da un punto di vista di immagine, a legare il suo nuovo software ai prodotti dell’azienda svizzera. Sono tantissime, nel mondo, le persone che boicottano i prodotti Nestlé e non è escluso che questo possa accadere anche per la nuova versione del sistema operativo.

Al momento l’operazione sembra infatti ben riuscita soprattutto per la Nestlé, da un punto di vista di social engagement: un amministratore della multinazionale, in occasione dell’Ad:tech 2013 di New York, ha rivelato che la partnership ha generato più di 1,3 miliardi di impressions su Twitter e due milioni di visualizzazioni su Youtube in sole 72 ore. Già il 3 settembre, quando venne annunciata la collaborazione, Nestlé era balzata agli onori delle cronache su Twitter negli Stati Uniti, dove si cinguettò con l’hashtag Kitkat fino a farlo arrivare al numero 1 e farlo rimanere comunque nella top 10 per più di 12 ore. Anche il traffico del sito dello snack al cioccolato, in questi ultimi mesi, ha conosciuto un aumento del traffico dell’80%.

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.