TECNOLOGIA

Illuminare la casa con un tweet: la magia di Spark

Illuminare la casa con un tweet: la magia di Spark
Mercoledì, 28 Novembre 2012

Avete presente quei film in cui un personaggio danaroso entra in una stanza della sua villa battendo le mani per accendere le luci? Spark promette qualcosa di molto simile, ma tramite internet: è un marchingegno che si connette alle lampadine e che riceve comandi tramite wi-fi dalla rete.



Non ci credete? Se avete un account twitter potete andare qui e provare subito se funziona: quella che vedrete è una webcam che riprende una lampada collegata all'hashtag #hellospark. Se qualcuno, nel mondo, lo twitta, fa accedere questa luce: più sono i follower di chi twitta più a lungo la lampadina rimarrà accesa. 

Con Spark potrete accendere le luci di casa dal vostro smartphone, un attimo prima di entrare; potrete, mentre siete in vacanza, accendere e spegnere i lampadari del vostro appartamento per scoraggiare i ladri; potrete usare le lampadine come notifiche per avvisarvi che vi è arrivata una mail o un messaggio.

Le potenzialità sono tante, e sono ancora da scoprire, perché Spark è ancora un prototipo e i suoi creatori chiedono agli utenti quali altri usi potrebbe avere. Infatti non si tratta solo di controllo remoto delle luci: Spark mette a disposizione la sua applicazione ufficiale, scritta con RESTful API, che mette ogni sviluppatore software nelle condizioni di creare applicazioni per interagire con le luci di casa.

D'altra parte Spark significa favilla: luce sì, ma anche colpo di genio! 

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.