SOCIALE

Couchsurfing: viaggiare social

Lunedì, 19 Novembre 2012

Couchsurfing è un modo di viaggiare, una forma di ospitalità e un social network che ha quasi sei milioni di iscritti in tutto il mondo: nonostante sia un modo di muoversi nel mondo che si basa sulla fiducia e sull’accoglienza disinteressata, due virtù dal sapore antico, il couchsurfing è figlio del web e senza internet non potrebbe esistere.

Come funziona il Couchsurfing? Una volta registrato sul sito e inserita la città in cui abiti, vedrai comparire le richieste di persone che cercano ospitalità dalle tue parti, ma il Couchsurfing serve anche a far viaggiare te, per farti trovare qualcuno che ti ospiti o ti accompagni a spasso nella città che vuoi visitare.

Se chiedi anche ospitalità potrai dormire a casa di qualche altro iscritto, sul couch (divano) o, se sei fortunato, nella camera degli ospiti. Sarai ospite di uno sconosciuto, o quasi: sul sito potrai leggere i dati del suo profilo e, soprattutto, le recensioni di altri viaggiatori che sono già stati ospitati. Anche tu sarai tenuto a scrivere come ti sei trovato.

I vantaggi? Non solo viaggiare low cost, ma anche vedere un posto attraverso gli occhi di chi ci vive e, soprattutto, la possibilità di stringere amicizie con persone che altrimenti non si avrebbe avuto la possibilità di conoscere.

D’altra parte la mission del Couchsurfing è chiara e trascende l'utilità di trovare alloggio gratuito: aprire nuove strade verso un mondo migliore e più aperto, in cui persone differenti l'una dall'altra possano trovare le loro somiglianze.

Come e quando nacque il couchsurfing? Nel 2003 il programmatore americano Casey Fenton e tre soci hanno un idea: creare un network planetario che consenta a chi viaggia di mettersi in contatto con qualcuno che abita nella destinazione scelta. Da lì all’ospitalità vera e propria il passo è breve. Dopo un anno in versione beta, nel 2004 Couchsurfing partì ufficialmente.

Il Couchsurfing vieta ogni scambio di denaro tra gli aderenti, in nome della sharing economy, che muove anche tanti altri progetti utili, tra cui il carpooling o gli swap party, in cui l'individuo mette a disposizione di una comunità beni o servizi che per lui sono in eccesso, in cambio di qualcosa di cui ha bisogno, senza compravendita. 

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.