COMUNICAZIONE

Caccia ai pesci d'aprile

Caccia ai pesci d'aprile
Martedì, 02 Aprile 2013

Come ogni anno, il 1° aprile in quasi tutto il mondo scatena la fantasia delle persone e persino delle aziende, che si divertono a inventare notizie fasulle per raggirare amici, conoscenti e clienti. Le origini di questa tradizione sono incerte ma antiche: la versione più accreditata la fa risalire ai primi anni del Cattolicesimo, quando la Chiesa decise di far iniziare l’anno non più il 1° aprile, ma il 1° gennaio. I pagani continuarono a festeggiare il Capodanno in primavera e per questo vennero derisi.

Che c’entrano i pesci? Anche qui, nessuna certezza. Sembra che uno dei primi, clamorosi, scherzi avesse a che fare con le aringhe affumicate. Non mancano documenti che testimoniano antichi scherzi anche nel nostro Paese: nel 1878 la Gazzetta d’Italia annunciò che il primo aprile nel parco delle Cascine di Firenze si sarebbe tenuta la cerimonia di cremazione di un mahrajà indiano. Il giorno previsto, alla folla riunitasi si presentarono dei ragazzi che urlavano “Pesci d’Arno fritti!”

E nel 2013, con l’aiuto del web, quali sono stati i pesci d’aprile più ingegnosi? Facciamo una rapida carrellata:

Google

Il colosso di Mountain View non si è certo risparmiato, inserendo non uno, ma numerosi scherzi, in tante delle sue divisioni. La mappa del tesoro su Google maps, per esempio: l’azienda ha annunciato il ritrovamento di un’antica carta appartenuta a Captain Kidd tre secoli fa.
Si chiedeva aiuto online per decriptare alcuni simboli incomprensibili; la mappa è navigabile, se si ingrandisce si ha addirittura una street view con filtro anticato! Sempre a proposito di Google maps, in Australia per scherzo è stata annunciata la possibilità di abbellire online il proprio quartiere con aiuole, fiori e lampioni.

Ancora, Google ha annunciato la chiusura di Youtube, corredata di finto approfondimento in cui si sosteneva che 30mila tecnici fossero al lavoro per trovare il migliore filmato dell’anno. Ancora, un’applicazione, Google photos get emotion, capace di capire lo stato d’animo delle persone ritratte in una fotografia e associare un’icona.

Come non citare, infine, Google Olezzo (o Google Nose) ? Un motore di ricerca in fase beta, in grado di catalogare e cercare i diversi odori, con una prudente Safe search in caso di ricerche “puzzolenti”.

Twitter

Anche il sito dell’uccellino non si è risparmiato; Twitter ha annunciato, infatti, che i cinguettii sarebbero diventati ancora più sintetici, eliminando l’uso delle vocali per rendere più efficiente e condensata la comunicazione. Per i nostalgici, sarebbe rimasto un servizio a pagamento completo di vocali, a 5$ al mese.

Skype

L’applicazione per chattare, telefonare e videochiamare online, recentemente acquistata da Microsoft, ha annunciato sul suo blog un’innovazione che è “una videochat per un uomo, un grande passo avanti per l’umanità”. Tony Bates, il presidente, avrebbe parlato durante una conferenza a San Diego di una nuova versione di Skype per lo spazio. L’applicazione permetterà alle persone di comunicare ovunque siano, anche nello spazio, dato che la nuova frontiera del turismo guarda ai viaggi nel cosmo. Nuove funzionalità pensate appositamente per questo scopo?

1 rotazione video automatica in caso di gravità zero.

2 resistenza a condizioni estreme anche se si programma un viaggio in un buco nero, Skype rimarrà connesso e funzionante.

3 messaggi a nuove forme di vita con Skype into Space si potranno mandare messaggi nello spazio, anche se non è garantito che i destinatari riusciranno a leggerli

4 supporto per lingue aggiuntive potenziamento per rendere Skype davvero universale. 

Instagram

Il 31 marzo sullo store dei Windows Phone è comparso Instagram in versione beta. La notizia non era inverosimile, anzi molto attesa da tutti gli utilizzatori di telefoni con sistema operativo Windows. Peccato che nella descrizione dell’app, non scaricabile e a nome Burbn Inc. l’azienda sviluppatrice, ci fosse scritto un sospetto “e buon 1° aprile 2013!”. Chiunque  abbia un account da sviluppatore può creare una versione beta e scrivere quello che vuole, quindi non è stato certo difficile per l’ideatore dello scherzo. Nonostante la delusione, sembra che comunque l’uscita dell’app sullo store Windows sia imminente.

Facebook e Twitter in Cina

Un pesce d’aprile dal retrogusto molto amaro che riguarda la Cina: quella che sarebbe una notizia incredibile, ma in teoria non dovrebbe esserlo, ha creato lo scompiglio. Uno dei più popolari microbloggers cinesi, ex capo di Google China, Kai-fu Lee, ha annunciato ai suoi 35 milioni di followers che Facebook e Twitter, bloccati da sempre dal sistema di censura del governo, sarebbero diventati presto disponibili, per poi rivelare che si trattava di uno scherzo. Più di 10mila commenti, la maggior parte davvero arrabbiati.

Virgin

La Virgin Atlantic dal suo blog ha annunciato che in breve tempo sarebbero entrati nella flotta della compagnia aerea speciali velivoli con pavimento in vetro, per poter godere di una vista formidabile durante il volo. Da infarto per chi soffre di vertigini! 





Seamless

E per finire in allegria, ecco il pesce d’aprile di Seamless, portale che gestisce ordinazioni di cibo a domicilio. Una nuova funzionalità che permette di scegliere chi consegnerà l’ordine a casa, una supermodella, un adone, oppure…

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.