ARTE

Faccia a faccia con Mario Ceroli

Faccia a faccia con Mario Ceroli
Venerdì, 21 Dicembre 2012

Inaugura oggi al Mambo di Bologna l'esposizione Faccia a faccia, dedicata ad un artista italiano di fama internazionale, Mario Ceroli. Nato nel 1938 in provincia di Chieti, Ceroli è stato protagonista e fautore della stagione di grande fermento artistico che animò il nostro Paese a partire dai primi anni Sessanta.
Quella che propone il Mambo è una rassegna ampia, a cura di Gianfranco Maraniello, che ripercorre tutta la storia artistica di Ceroli, attraverso 47 opere appartenenti alle diverse fasi. In esposizione le più celebri installazioni ambientali di grandi dimensioni e lavori inediti.
La straordinarietà della mostra risiede anche nel fatto che è stata allestita sotto le direttive dello stesso artista, che con le sue opere dialoga con gli spazi del Mambo.

Ceroli si diplomò all'Accademia di belle arti di Roma: iniziò con sculture in ceramica per poi passare al legno, dopo essere rimasto fortemente impressionato dalla Pop Art di Nevelson e Tilson.
Per gran parte degli anni Sessanta coniuga suggestioni della Pop Art pur mantenendo intatta la sua ricerca figurativa, legata alla tradizione umanistica della pittura italiana.
La sua cifra stilistica comprenderà sagome di legno, spesso incolori o tracciate a tempera e inchiostro, silhouette umane o di oggetti quotidiani o pubblicitari, talvolta ripetute in serie.

Verso la fine degli anni Sessanta abbraccia il filone artistico dell'Arte Povera e realizza alcune mostre, anche se mantiene sempre un approccio molto personale: utilizza materiale povero ma mai slegato da un ragionamento sulla forma. Nel tempo sconfina nel cinema, nella scenografia, nella progettazione di chiese e nel loro arredamento e arriva anche a studiare il progetto per un teatro.

Rivisita in tre dimensioni le grandi opere di artisti del passato, tra cui l'Uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci. A metà anni Ottanta il legno lascia il posto al vetro e ai suoi effetti cromatici: le sculture diventano scenografie che sembrano attendere l'uomo, sgabelli e poltrone pronti ad accogliere i personaggi della stagione metafisica, appena sfumata.

La mostra sarà visitabile fino al 1° aprile.

0.0/5 di voti (0 voti)

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the task
© 2013 OB | Officine Bonfiglioli
Via Cupa 5 . 47826 Villa Verucchio (RN) . Tel. +39 0541 670544 . Fax +39 0541 670322 . Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.